Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

L'Istituto Comprensivo di Curinga e l'Amministrazione Comunale, nella giornata della memoria, hanno voluto offrire agli alunni un momento di riflessione proponendo, sabato 28 gennaio, nei locali della scuola secondaria di Curinga, il monologo "Elie e Lisl. Memorie della Shoah": bisogna percorrere il filo della memoria per dire basta all'odio e all'intolleranza che ancora oggi albergano nel cuore degli uomini. L'attore Gregorio Calabretta è stato il protagonista di una toccante ricostruzione del dramma e della violenza vissuta dagli ebrei durante il nazismo. Si è trattato del racconto intenso ed emozionante della storia vissuta da due ex deportati, Elie e Lisl (Elisa Springer ed Elie Wiesel), racchiusi prima in un ghetto e poi deportati nei campi di concentramento, dal quale riuscirono ad uscire vivi. Il monologo ha posto l'accento sul rapporto padre- figlio, rapporto che nei momenti di difficoltà si consolida maggiormente, rendendo possibile il superamento di ogni ostacolo e di tutte le angherie. Gli alunni hanno seguito commossi ed emozionati le storie vissute dai protagonisti, immedesimandosi a tratti in esse; l'attore si è complimentato, poi, con loro per l'attenzione e l'emozione mostrate in un giorno importante per la storia ma soprattutto per il futuro di ogni società civile: bisogna conoscere il passato per non essere indifferenti e per fare in modo che quel dolore non ritorni. Al termine della rappresentazione alcuni alunni hanno letto poesie, passi di diario e riflessioni proprie sull'accaduto, dalle quali sono emerse le paure e le incertezze che le giovani generazioni provano dinanzi a violenza e intolleranza.