Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Questa Istituzione Scolastica è stata autorizzata con nota Miur prot. AOODGEFID/28246 del 30/10/2018 a realizzare il progetto 10.2.2A- FSEPON-CL-2018-421 “Speriamo con il coding”: 4 moduli di 30 ore  per un importo pari ad Euro 22.728,00

Il progetto, in linea con la mission dell’Istituto, nasce con lo scopo di proporre nuove modalità educative che, rompendo la logica strettamente disciplinare, si rivolgono alla totalità dell'alunno attraverso percorsi multidisciplinari e multimediali che mirano a far emergere e valorizzare tutti i talenti. Gli allievi devono imparare a creare, a programmare poiché, imparando a programmare, impareranno mille altre cose, aprendosi a nuove opportunità di apprendimento.
Le metodologie innovative e collaborative previste, il carattere fortemente laboratoriale delle proposte, la coerenza con le tematiche curriculari, l’interdisciplinarietà del percorso formativo e l'utilizzo delle tecnologie in chiave creativa sono fattori di inclusione, di motivazione e di sviluppo di competenze trasversali.
Il progetto proposto consta di 4 moduli di 30 ore ciascuno dedicati allo sviluppo del pensiero computazionale e della creatività digitale e rivolti agli alunni della scuola primaria e secondaria (nei due plessi di Curinga e Acconia) in una logica di sviluppo del curricolo verticale di Istituto.
Partendo da un’opportuna selezione di quesiti di scienze, tecnologia, informatica e matematica saranno proposte attività di coding (sia in modalità unplugged che non) mentre l'interazione creativa tra digitale e manuale sarà realizzata attraverso esperienze di robotica educativa grazie all'acquisto di opportuni kit.
La produzione da parte degli alunni di contenuti digitali con successiva pubblicazione sul web sarà occasione per affrontare specifici contenuti di cittadinanza digitale specialmente per quanto concerne l'educazione all'uso positivo e consapevole dei media e della rete.
Al fine di rendere i percorsi più efficaci, una strategia funzionale sarà quella di coinvolgere partner del territorio – ente comunale, associazioni, scuole - che riescano a supportare le attività progettuali proposte, mettendo a disposizione le proprie competenze e offrendo quei servizi utili ad una migliore efficacia dell’azione intrapresa.